In tempi di Covid, si sa, non è tutto rose e fiori. Alcuni settori sono stati colpiti molto duramente (ad es. automotive, ristorazione, turismo ecc.), altri hanno tenuto botta. Alcuni settori, invece, nel secondo trimestre 2020 sono riusciti a sovraperformare l’indice Msci World. Li ha analizzati in un report L&G Investment Management, uno dei dieci asset manager più grandi al mondo. Andiamo a vedere quali sono.

Intelligenza artificiale

Secondo L&G questo settore ha superato del 14% l’indice Msci World, grazie all’élite rappresentata dal quintetto Facebook, Google, Amazon, Apple e Microsoft e da alcuni underdog come Wix.com (creazione siti personali, +154%), Twilio (supporto alla creazione di app per mobile, +145%) e Shopify (creazione di siti e-commerce, +128%). Bene anche il comparto musicale, con Spotify (+112%) e il settore fintech (Square, +100%).

Cybersicurezza

La proliferazione di attacchi informatici durante il lockdown (registrati 8,8 miliardi di attacchi solo a maggio) ha fatto decollare aziende come Fastly (+267%) e Zscaler (+80%). In generale, il settore della sicurezza informatica ha registrato un interessante +12% rispetto all’Msci World.

Tecnologie sanitarie

Sembra strano che il settore sanitario si trovi al terzo posto, eppure fa registrare “solo” un +12% rispetto all’Msci World. Spiccano sia colossi impegnati nella ricerca e nello sviluppo del vaccino (Moderna, +114%), sia imprese come Livongo Health (+164%, proprietario di una piattaforma per il monitoraggio di malati cronici come diabetici o ipertesi).

Batterie elettriche

Molto buona la performance del comparto elettrico (+10% rispetto all’Msci World), legata in particolare alla mobilità elettrica e all’immagazzinaggio di energia. Per quest’ultimo aspetto, in particolare, si stima un aumento della richiesta mondiale da 4,2 gigawatt di fine 2019 a 6 gigawatt entro il 2021. Spiccano Tesla (+106%) e LG Chem (+63%, sistemi di immagazzinaggio di energia e moduli di batterie a ioni di litio).

Robotica e automazione

Questo settore fa segnare +9,8% rispetto all’Msci World, trainato da imprese quali iRobot (+105%), nota per i robot domestici come Roomba ma che fornisce robot militari molto utilizzati in ambito militare (Iraq e Afghanistan).

E-commerce e logistica

Non poteva mancare ovviamente il settore del commercio online e della logistica (+8,2% rispetto all’Msci World), vista l’impennata di acquisti online. Oltre ovviamente a colossi come Amazon ed eBay ne hanno beneficiato aziende come Zalando (+84%), Jd. com (+49%, sviluppo di magazzini smart con capacità di processare 1,6 milioni di ordini al giorno) e Manhattan Associates (+89%, attiva nel miglioramento della supply chain).

Depurazione dell’acqua

In realtà questo settore ha avuto una performance in linea con l’indice Msci World. Spiccano tuttavia Advance Drainage System (+67,8%), attiva anche nei sistemi di drenaggio, Evoqua Water Technologies (+65,9%) e Metso Outotec (+48,1%).